Home / Lifestyle  / Wellness

In tantissime vi state lamentando della mascherina e dei danni che procura alla vostra pelle. Non solo non possiamo più sfoggiare rossetti dalle tinte brillanti e ora ci facciamo rovinare anche la pelle? Stop! Dopo qualche riflessione, ecco che mi è venuta in mente una soluzione che ho testato su di me. Ho realizzato una mascherina in pura seta al 100%. Essendo un tessuto naturale, questo materiale lascia respirare la pelle e ha il vantaggio di mantenere costante la temperatura corporea evitando di far sudare

0

C'è una profonda differenza tra lo stare soli e il sentirsi soli. Quante volte ci si può sentire soli anche in mezzo ad una folla, in famiglia o in una relazione? Quante volte si preferisce rinnegare i propri bisogni e desideri, legandosi a qualcuno, solo per paura di restare in una solitudine che ha radici antiche fatte di vissuti, di abbandoni? Così, pur di non incontrare quella solitudine tanto spaventosa, si intessono relazioni tossiche che, come ragnatele, tarpano le ali e impediscono di spiccare il

0

La media, dopo due mesi trascorsi tra la cucina e salotto, a causa dal lockdown, è quella di essere ingrassati di almeno paio di chili, secondo quanto emerge da una stima di Coldiretti sui dati dei consumi nazionali di Ismea. Del resto, quando il futuro è incerto, il valore consolatorio del cibo come compensazione emotiva, lo conosciamo tutti molto bene. Peraltro, al mare quest’anno pare anche che non sarà facile andare, quindi molti penseranno che due o tre chili in più non si vedranno troppo! C’è però un difetto nel ragionamento: ciò che

0

Siamo entrati nel lockdown ad inverno inoltrato e ne usciamo a maniche corte. Fino a tre mesi fa eravamo abituati a salutarci con un bacio, ora siamo costretti a sfiorarci con un gomito. Ovunque andiamo, oggi, nello spazio tra noi e gli altri si configura lo spettro del virus. Il mondo di "prima" non c'è più. Se esiste una vera sindrome post traumatica degli italiani sembra essere questa, la paura di non ritrovarsi, di non ritrovare fuori il mondo che conoscevamo prima. Perché è ormai

0

Nel nostro lottare per far sì che la vita prenda la direzione che desidereremmo, facciamo una gran fatica. Fin da piccoli, ci hanno insegnato che dovevamo lottare per raggiungere qualcosa, e così siamo cresciuti con la convinzione che con lo sforzo avremmo raggiunto quello che desideravamo, credendo, dentro qualche stanza di noi, che una volta raggiunto saremmo stati a riparo dalla sofferenza.

0

In questi giorni siamo stati messi a dura prova in tutto e in modo particolare nelle abitudini di vita quotidiana. Appuntamenti come quelli con il parrucchiere, l’estetista, la manicure, sono state le prime tristi rinunce e abbiamo dovuto ingegnarci. Lasciarsi andare perché lontani da sguardi indiscreti è stata una reazione ingiustificata, perché anche per chi standosene solo in casa senza nessuno, pensa di non dover render conto ad alcun giudizio, dimentica che la prima cosa per ognuno di noi, ingrediente fondamentale per l’autostima, è

0

Stare a casa non significa non curarsi, non significa non farsi una coccola. É importante anche in questa quarantena dedicarsi al proprio aspetto, e quando incontriamo lo specchio di casa guardarsi e dire a se stesse: “ciao buongiorno, ti trovo bene..nonostante tutto

0

Nel nostro lottare per far sì che la vita prenda la direzione che desidereremmo, facciamo una gran fatica. Fin da piccoli, ci hanno insegnato che dovevamo lottare per raggiungere qualcosa, e così siamo cresciuti con la convinzione che con lo sforzo avremmo raggiunto quello che desideravamo, credendo, dentro qualche stanza di noi, che una volta raggiunto saremmo stati a riparo dalla sofferenza.

0

Tutti a casa. Per il bene della salute di tutti ma non della nostra forma fisica, qualcuno direbbe. Si sa, sia lo stress che il nervosismo ci inducono in tentazione con snack ipercalorici e per di più stare fermi per molto tempo aumento il senso di appetito. Attenzione, però, si tratta solo di un’illusione perché l’ipotalamo, una struttura del sistema nervoso in cui sono collocati i centri che regolano il senso di sazietà e fame, in mancanza di una corretta idratazione può confondere il bisogno

0

C’è un virus di cui tutti parlano: il Covid-19 e il suo muoversi facilmente nel mondo. E poi ci sono le sue conseguenze, l’allarme, le cautele, persino le isterie. Eppure, come scriveva Lingiardi qualche giorno fa: "Le forme di convivenza da apprendere sono sempre molte, nascono dallo spavento dell'io, crescono nella cura del tu, mettono radici grazie alla responsabilità del noi".

0
1 2