Home / Cultura  / Libri
giglio

Umani e sofisticati, sono personaggi in cerca di un autore, si muovono su una giostra di pirandelliana memoria che non smette di girare. Dopo Un anno di noi (Apeiron) e Profumo di gelsomino (Treves) la scrittrice Gabriella Giglio conclude la trilogia con il romanzo corale Le stagioni dell’amore “dirigendo” per l’ultima volta i suoi protagonisti come attori sul palco della vita con un tocco intimista e inebriante come la primavera. Sono affamati di emozioni in una Partenope fatta di vicoli e panni stesi legata affettivamente

0
Linea Messina

Per capire quale sia la vera anima del libro di Sandro Di Domenico bisogna leggerlo fino in fondo. Lo scrittore infatti, con il suo ‘Pescirossi e pescicani’, da poco in libreria per l’editore Minimum Fax, ci attrae inizialmente con un tocco narrativo leggero dentro un viaggio autobiografico che prende le mosse, quasi pigramente, durante un caldo mese di agosto del 2011, nella redazione campana di un noto quotidiano nazionale, dove l’autore era a quel tempo un cronista “abusivo” (come lui stesso si definisce) vicino ai

0
Antonino Restino

Dal Pallonetto di Santa Lucia a Piazza Affari. Così potrebbe riassumersi la parabola lavorativa, tutt’ora ascendente, di Antonino Restino, fondatore e titolare della AZ-Investigation, nota agenzia investigativa di Napoli. Nella sua lunga carriera dal 1974 ha conosciuto e spiato i protagonisti napoletani (e non solo) che hanno segnato un’epoca. Ma tra tutti, un nome spicca: quello di Diego Armando Maradona, finito inconsapevolmente nel mirino di Antonino e della sua squadra di collaboratori con la quale stava ottenendo già all’epoca importanti soddisfazioni. Tanto da spingere la

0
spy story

Una originale spy story sulla guerra tra religioni dove prevalgono i sentimenti personali e la fallibilità della natura umana. Trama coinvolgente, argomenti di attualità, realismo pungente che trabocca tra le righe di un romanzo che ambisce a trasmettere una concezione laica del bene e del male, e si staglia contro ogni forma d’integralismo.

0

Succede come quando si parla con un non vedente. L’empatia galoppa e si ha la sensazione di non vedere più, o che tutti quanti attorno non vedano. Leggendo ‘Zoppicare’, romanzo di Davide Kuhn Certosino, capita una cosa simile: sembra che le persone attorno prendano a claudicare, ad arrancare su un gamba sola. Perché nella sua realtà distopica, ambientata in un mondo tanto lontano da aver dimenticato anche la Bibbia, zoppicano tutti. Sono nati con la menomazione addosso. E quasi tutti vorrebbero, invece, camminare normalmente. Quasi, perché

0