Home / Food & Beverage  / I mix di Drinx  / Uno dei grandi classici americani: lo Screwdriver

Uno dei grandi classici americani: lo Screwdriver

screwdriver

In questo periodo di isolamento forzato sentiamo ogni tanto l’esigenza di distrarci un po’ e allora perché non prepararci un ottimo cocktail home made, magari da sorseggiare durante un aperitivo on line con gli amici come tanto si usa in questo momento!

 

Dovendo utilizzare solo materie prime basilari, vorrei proporre un classico intramontabile, lo Screwdriver o vodka orange che dir si voglia, un cocktail al tempo stesso semplice da preparare, facile da reperire ma anche dotato di grande versatilità e gusto.

 

Lo Screwdriver

Tra l’altro lo Screwdriver ha dalla sua almeno un paio di vantaggi… innanzitutto è un long drink base juice quindi relativamente leggero, la gradazione alcolica si aggira intorno ai 12 gradi, come un bicchiere di vino per intenderci, per cui non dovete stare troppo attenti nel consumarlo.

 

In secondo luogo miscelare un distillato “secco” come la vodka, che per sua natura è inodore, incolore e “insapore”, unicamente con un succo e null’altro, in particolare quello d’arancia fresco, riduce gli effetti collaterali non contenendo alcun tipo di zucchero se non quello naturale della frutta, diversamente da sodati o sciroppi.

 

Dunque occhio alle arance e buon divertimento!

 

Curiosità

Il termine inglese Screwdriver significa cacciavite, ed è intorno al nome del noto utensile che possiamo ricercare l’origine di questo drink. Si racconta che ingegneri americani intorno alla metà degli anni ’50 erano soliti aggiungere vodka all’interno delle lattine di succo d’arancia e non avendo a portata di mano niente di meglio, utilizzavano per mescolare dei cacciavite, appunto!

RICETTA

 

Ingredienti:

 

5 cl vodka
10 cl succo di arancia fresco

 

Preparazione:

 

Spremete le arance e filtratene il succo, poi versate gli ingredienti in un bicchiere highball pieno di ghiaccio e mescolate delicatamente.
Guarnite con una fettina di arancia dopo averla passata sul bordo del bicchiere. Alla salute!

 

Di Alberto Bazzicalupo

Sabato sera alle 19:30, per un tocco di mondanità e bynight casalingo, preparatevi uno screwdriver e seguite il virtual djset di Marco Piccolo sulla pagina Facebook di Agorà Magazine!

NESSUN COMMENTO

POSTA UN COMMENTO