Home / Costume & Società  / Sii Turista della tua Città, la rivoluzione culturale napoletana

Sii Turista della tua Città, la rivoluzione culturale napoletana

sii turista della tua città

Luca De Martino, fondatore dell’associazione artistica culturale nata nel 2011, presenta il programma delle prossime settimane e annuncia le novità dell’anno: una sede ufficiale in fase di allestimento e un’app rivoluzionaria.

 

A chi credeva che la rivoluzione napoletana fosse relegata ai libri di storia, Luca De Martino e il gruppo di volontari che ha abbracciato il suo progetto dimostrano invece che il sogno di una vera rivoluzione in terra partenopea è tutt’altro che accantonato, e che questa volta ha assunto la connotazione di un movimento culturale.

 

Sii Turista della Tua Città’ è un’associazione artistica-culturale nata nel 2011 con l’obiettivo di avviare un processo di valorizzazione dell’intero patrimonio del territorio campano.

sii turista della tua città

Un progetto nato per invitare la cittadinanza a vivere in modo diverso l’appartenenza alla propria città, con l’obiettivo di risvegliare la curiosità verso la storia e la cultura del proprio territorio. Protezione, devozione e azione sono le tre parole chiave che ispirano l’operato dell’associazione: la “protezione” di San Gennaro, faro spirituale della città; la “devozione” alla Sirena Partenope, da cui discende il popolo napoletano; l’ “azione”, per cui l’amore per la propria città passa attraverso la partecipazione attiva e la mobilitazione.

Il progetto di Sii Turista della tua Città

In questi dieci anni il progetto ha ottenuto l’appoggio di un numero sempre crescente di sostenitori napoletani, italiani, europei e persino cinesi e giapponesi, distinguendosi continuamente per il suo impegno nell’accoglienza turistica, nella sensibilizzazione della cittadinanza, negli interventi di riqualificazione di aree abbandonate e nelle visite guidate con percorsi non convenzionali. Ma è solo adesso che si sta finalmente concretizzando il sogno di dare una sede all’associazione.

«Questi ultimi due anni sono stati pesanti per l’intera umanità – spiega De Martino –, ma per quanto ci riguarda sono stati importantissimi perché in questo periodo di transizione siamo riusciti a chiudere un accordo con l’Istituto per gli ipovedenti Domenico Martuscelli di Napoli che ci permetterà di allestire il nostro ufficio operativo presso un immobile di loro proprietà in via Duomo, in cambio di un servizio di cura e manutenzione degli spazi verdi della loro struttura.

 

Nei giorni scorsi abbiamo anche lanciato una call per chiedere aiuto nel reperimento di arredi per la sede e stiamo ricevendo una risposta enorme di solidarietà. Dopo dieci anni di indifferenza da parte delle istituzioni, abbiamo finalmente una sede. E questo solo grazie al nostro entusiasmo e alla fiducia di chi crede nel nostro progetto e scende in campo in prima persona, come l’avvocato Stefano Bouché, che è stato prezioso nell’intermediazione con l’Istituto».

Gli sponsor

sii turista della tua città

 

Il progetto ‘Sii Turista della tua Città’ trae la sua forza dalla capacità del gruppo di intessere rapporti e di chiudere accordi, anche con sponsor importanti. Ed è proprio da una collaborazione con Pasta Garofalo, azienda leader nel settore e rinomata realtà imprenditoriale del Mezzogiorno, che è nata anche un’app rivoluzionaria. «È la prima app che racconta una città non solo in chiave testuale ma attraverso le voci e i volti dei napoletani che la vivono, – continua De Martino – che si tratti di commercianti, artigiani, imprenditori o intellettuali: ognuno la ritrae dal suo particolare punto di osservazione.

 

L’app, che già annovera circa 30mila download, comprende diverse sezioni: punti di interesse; eventi in calendario (non solo della nostra ma di tutte le associazioni); quiz dedicati alla città e al mondo della pasta; itinerari turistici da acquistare secondo il principio di Uber, consentendo l’incontro tra la domanda del turista e l’offerta della guida abilitata che si trova nelle vicinanze di chi la richiede».

Sii Turista della tua Città: il programma

sii turista della tua città
sii turista della tua città

Complice il graduale ritorno alla normalità, i volontari di ‘Sii Turista della tua Città’ hanno preparato un programma ricco di appuntamenti per le prossime settimane: dall’iniziativa di guerrilla marketing con Garofalo in cinque punti della città il 20 novembre alla sensibilizzazione nella zona dei Baretti di Chiaia il 26 novembre, dalla grande riqualifica del Parco Troisi a Barra il 28 novembre al trekking urbano l’8 dicembre, passando per l’aperitivo dell’11 dicembre per concludere poi il 21 con una visita guidata e un concerto di Hang e il 26 con i classici giochi di Natale.

Adotta uno striscione’

sii turista della tua città

 

Sempre nella direzione di una crescente sensibilizzazione e di un maggiore coinvolgimento della cittadinanza, i volontari hanno appena lanciato la campagna ‘Adotta uno striscione’. Dalla sua nascita, l’associazione ha sempre accompagnato l’attività con l’esibizione di striscioni su muretti o altre postazioni della città, che lanciavano messaggi di appartenenza in contrasto con gli stereotipi che fino ad allora avevano veicolato un’immagine distorta della napoletanità. Per rispondere alla duplice esigenza di mettere in sicurezza gli striscioni, che spesso venivano rimossi o portati via dal vento, e di accontentare le richieste dei cittadini di poterlo esibire sul loro balcone, i volontari hanno quindi deciso di affidare la divulgazione dei messaggi identitari ai napoletani stessi

 

La rivoluzione culturale napoletana è cominciata grazie a loro. Ma, come sottolinea il fondatore di questo movimento, «la rivoluzione deve essere generazionale. Per portarla avanti, c’è bisogno di un continuo ricambio». Ed è proprio per far sì che gli attivisti del futuro continuino ad alimentare questa fiamma che i volontari hanno portato il loro progetto nelle scuole di ogni ordine e grado, coinvolgendo i ragazzi in vere e proprie attività di riqualifica del loro territorio. In fondo, la costruzione di un senso civico è un procedimento complesso, che va sviluppato negli anni. E le scuole sono fondamentali per cominciare a gettare il seme della responsabilità individuale e collettiva. 

 

Di Giulia Savignano

NESSUN COMMENTO

POSTA UN COMMENTO