Home / Lifestyle  / Bon Ton  / Rientro dalle vacanze con aplomb!

Rientro dalle vacanze con aplomb!

Vacanze: rientro con aplomb

L’inizio dell’autunno è alle porte. Ci porta finalmente un po’ di frescura dopo tanta calura e anche il ritorno dalle vacanze. Come comportarci nel tornare al lavoro e alla vita quotidiana? Ecco alcune semplici regole da seguire.

 

Non annoiare gli altri

Ricordiamo in primis che le nostre ferie, come altri aspetti della nostra vita, non sono al centro del mondo: soprattutto in questo momento di incertezza economica, potrebbero esserci colleghi e conoscenti che non hanno potuto godere di un viaggio o di un soggiorno al mare. Quindi evitiamo di ammorbare gli altri con racconti dettagliati e mostra delle fotografie, quando non richiesti.

 

Qualche lettore ricorderà le interminabili sedute di proiezione delle diapositive delle villeggiature. Se proprio non resistiamo a tale vanità, approfittiamo dei social dove possiamo pubblicare le foto e lasciare agli amici la scelta di guardarle. La cernita delle immagini va fatta seguendo i dettami del buongusto. Evitiamo di mostrare noi o altre persone in succinti costumi da bagno o atteggiamenti privati che, estrapolati dal contesto, finiscono per perdere di significato.

 

Ancora, non riproponiamo i “tormentoni” dell’estate come pettinature adatte a spiagge tropicali, abiti e scarpe da mare, balletti e giochi aperitivo dei villaggi turistici, refrain e suonerie must dell’estate appena terminata. Quest’ultime in particolare potrebbero aumentare il senso di malinconia e di nostalgia, non favorendo un sereno rientro nella routine ufficio-casa.

 

 

L’abbronzatura?

A proposito dei must estivi, come dimenticare l’abbronzatura? Ricercata ben e più della pietra filosofale. Dopo esserci impegnati in ardue sedute di elioterapia a temperature da far invidia a polli arrosto, non vediamo l’ora di farne mostra sfoggiando abiti chiari e profonde scollature. Al ritorno in città riserviamo questo abbigliamento alle serate con gli amici e non al posto di lavoro. Sempre che non preveda questo tipo di dress code.

 

Guardando alle vacanze in modo propositivo, cerchiamo di mantenere (oltre l’allure della pelle dorata) la disponibilità verso la vita, verso gli altri, proviamo a non perdere lo spirito che rende anche un gelato in compagnia una magia. Se, poi, decidete di raccontare ogni avventura nei dettagli, mi raccomando, esagerate. Se dobbiamo ammirarvi che sia per qualcosa di eccezionale.

 

Infine, ricordiamo che W. Shakespeare nell’Enrico IV scriveva: “Se tutto l’anno fosse fatto di vacanze, divertirsi sarebbe noioso come lavorare”.
Buon rientro a tutti.

 

Di Gabriella Giglio

NESSUN COMMENTO

POSTA UN COMMENTO