Home / Editoriale  / L’editoriale del Direttore

L’editoriale del Direttore

Le sfide. Che adrenalina. Rieccoci con una nuova. Agorà magazine cambia “piazza”. E questa volta è quella virtuale. Più fluida, attuale, irriverente. Più aperta a esplorare le mille diramazioni labirintiche del world wide web.
Dopo tre anni dall’inizio della nostra avventura, abbiamo deciso di fare il “salto”, firmando la nostra presenza online. Non per rincorrere la velocità tecnologica ma per avere un canale comunicativo più immediato, fruibile e condivisibile da tutti. Agorà vuole essere, d’altronde, sempre una piazza. La piazza di tutti. E quale mezzo migliore se non il web?

 

L’anima quindi no, non cambia. Per noi le parole hanno sempre un peso. Che siano impresse su carta o digitate sullo schermo. La forma, stavolta, non “informa” il contenuto. Che per noi ha sempre l’obiettivo di raccontarvi le eccellenze della nostra terra: imprenditoriali, culturali, artistiche.

Il nostro punto di partenza da osservatori “privilegiati”, lo sapete, fin dall’inizio, è stato all’ombra del Vesuvio. Con una Napoli raccontata non solo a suon di panorami mozzafiato, di pizza e mandolino. Ma di imprenditori e di startupper, artisti e chef stellati. E molto altro.
Ora lo sguardo, però, si allunga oltre. Senza confini. Con la curiosità che da sempre ci caratterizza. Tre anni, 16 numeri e più di mille pagine sono state troppo poche per soddisfarla in tutte le sue forme, noi speriamo di continuare a farlo al meglio anche nel futuro. Ora online. Nella nostra multiforme Agorà.

 

Di Emanuela Vernetti

NESSUN COMMENTO

POSTA UN COMMENTO