Home / Food  / Incontri di gusto

di Valeria Sannino La trattoria napoletana di Giovanni De Vivo offre una cucina tradizionale e intrattenimento garantito. E se la ruota gira nel verso giusto il pasto è gratuito. Atipico e irriverente. A Posillipo O’ Pazz è il locale, aperto solo da pochi mesi, che non vi deluderà, per la buona cucina e il divertimento assicurato. Trattoria napoletana che strizza l’occhio alla tradizione con le sue mattonelle di Vietri, l’arredamento folkloristico dove non manca addirittura il filo per stendere il bucato proprio come nei tipici vicoli napoletani. Le

0

Rubrica a cura di Gianpiero Prozzo Chef Francesco Fusco Avella è un piccolo comune campano di 8mila anime, due prodotti straordinari e una storia lunghissima. A raccontarla, con la passione e il trasporto che solo gli innamorati della propria terra riescono a trasmettere, ci sono Francesco Fusco e la moglie Diana, che da quasi un decennio animano l’universo de Il Moera. I loro impegni si dividono tra l’azienda agricola nella quale si coltivano e si trasformano artigianalmente i prodotti del territorio (in primis la nocciola vera eccellenza

0

Di Francesca Saccenti Il locale, il cui nome in francese significa ‘‘ibrido’, nasce dalla sfida di due amici Giuseppe D’angelo e Alessio D’agostino nell’unire la cucina francese con quella napoletana. Il risultato è un mini bistrot intimo e sofisticato. Nel locale Métis i piatti della tradizione francese si fondono con la cucina partenopea.   Sono lontani i tempi dei monzù, cuochi francesi che dilettavano i palati dei nobili nelle corti di Napoli. Oggi quel passato ritorna in chiave moderna sulla tavola di Métis, il locale che fonda la sua proposta sulla contaminazione tra l’art culinaire e le specialità

0

Di Francesca Saccenti Alle redini del ristorante Caracol di Bacoli, lo chef napoletano Angelo Carannante riceve la prima stella Michelin. «La mia ispirazione? Viene dal mare». Figlio di una terra ‘bella e dannata’, dove ad accompagnare i peccatori nelle acque del lago d’Averno c’è la porta che conduce agli Inferi di Dante Alighieri, Angelo Carannante è un architetto della cucina nato a Quarto, nei Campi Flegrei. I suoi piatti sono un elogio alle forme, delle sofisticate geometrie che si ispirano ai sapori e ai profumi del mare,

0

Di Gianluca Balestrieri Carnevale ormai è alle porte e i dolci tipici di questa ricorrenza sono davvero tanti. Eppure uno dei più tradizionali della cultura gastronomica partenopea è sicuramente il Sanguinaccio. Un dolce dalle origini molto antiche, come indica anche il nome, proprio perché in passato era preparato con il sangue del maiale. Raccolto durante la macellazione, il sangue doveva essere continuamente mescolato per evitarne la coagulazione, successivamente veniva filtrato prima di essere unito alla crema di cacao cotta in pentoloni di rame su fuochi a legna. Alla

0

Un’esperienza Tufò Trattoria Gourmet da gustare a casa in tutta comodità. Mercoledì 13 Febbraio alle ore 18:00, in Via Posillipo 254, inaugura Tufò Take Away, uno “spin off” del progetto Tufò che vuole portare la qualità e la tradizione della cucina tipica partenopea a casa delle persone. Un take away che prevede anche consegna a domicilio con una grande novità che è il fulcro di questo nuovo progetto: la Tufò Box. Una scatola in due varianti con all’interno ragù classico napoletano,un pacco di pasta Candele del

0

Lo Storico locale Il Bellini Ristorante Pizzeria presenta il suo menù con il piatto di punta: Le linguine al cartoccio Venerdì 8 Febbraio alle ore 12:00 il Ristorante Pizzeria Il Bellini, storico locale in Via Costantinopoli 80, presenta alla stampa e agli addetti ai lavori il suo menù. Tradizione e storia che vengono in pieno rappresentati dal piatto di punta: le linguine al cartoccio, cucinate con una tecnica particolare che differenzia Il Bellini dalle altre attività che in seguito hanno proposto questa portata. Durante l’evento non solo verrà

0

Immerso in un’atmosfera calda e accogliente illuminata da luci soffuse; addobbato in rosso Natale con patterns scozzesi su tende, sedute e tavole; profumato con proposte gastronomiche in cui convivevano in assoluta armonia il pane e tutte le sue declinazioni salate con cookies al cioccolato, fette biscottate spalmate con veli di marmellate per ogni palato; servito con drink a base di analcolici alla frutta, spritz o infusi caldi e ricercati provenienti dall’angolo del tè, cannella o black. Intrattenuto dalle Go Sisters, coro di voci femminili guidati

0

Di Gianluca Balestrieri Arriva Natale, festa religiosa ma anche momento di gioia, regali e… dolci soprattutto. Ed è appunto di un dolce, che oggi vi voglio raccontare, immancabile sulle tavole napoletane, signori e signore sto parlando di sua maestà lo Struffolo.    Gli struffoli sono dei tipici dolci della gastronomia meridionale, principalmente della cucina napoletana. Si tratta di golose palline, piccoli pezzettini di pasta, a base di farina, uova, burro e liquore all’anice, prima fritti in abbondante olio, poi caramellati nel miele, conditi con confettini colorati e decorati con frutta candita. La forma del dolce

0

Baker’s Christmas Party è il titolo di un evento che sa di buono. Buono come l’occasione che lo ha ispirato, scambiarsi gli auguri di Natale. Buono perché ha “in caldo” tante proposte gustose. Buono perché a Natale siamo tutti più buoni… Di motivi per festeggiare insomma ce ne sono tanti e saranno tutti serviti in una cornice di festa mercoledì 12 dicembre dalle ore 18 nella baker house di 16 Libbre, in un’ambientazione resa speciale da luci calde, sorrisi, allestimenti ad hoc ma anche da

0
1 2 3