Museo Multimediale di Cosenza, Benvenuti nella galassia del nuovo

Nel bilotti parking dell’imprendotore napoletano Massimo Vernetti, si viaggia a bordo di un’astronave per riscoprire la storia della città

museo multimediale cosenza

Di Adriana Schiavo

A bordo di un’astronave, cinture allacciate e occhi sgranati, si parte per immergersi in uno spazio fortemente contemporaneo, sospeso tra passato e futuro, tra identità territoriale e nuove tecnologie, un viaggio in una “dimensione altra”. È il Museo multimediale della città di Cosenza, situato nella struttura sottostante piazza Bilotti precisamente nel Bilotti Parking, fortemente voluto dall’imprenditore napoletano Massimo Vernetti, presidente della Quick no problem parking.
Un museo contemporaneo dove immergersi nella storia con il film immersivo Nome in codice Sira: Missione Alarico, il primo docufilm prodotto ad hoc, che racconta di un popolo alieno che s’imbatte nella storia del tesoro di Alarico. E proprio come se fosse in un’astronave, il pubblico viaggia alla scoperta del vero tesoro: la città stessa.
Una best practice nell’ambito delle esperienze di collaborazione tra pubblico e privato per la
valorizzazione e la promozione del territorio, grazie all’efficace lavoro di coordinazione gestionale di Renato Nuzzolo e al presidente della Bilotti Parking, Massimo Vernetti, artefice della conclusione degli interventi strutturali del museo.  «Qui a Cosenza – ha detto Vernetti nel corso dell’inaugurazione della mostra – mi sento davvero anni e anni avanti, avete un sindaco illuminato. È fuor di dubbio che Cosenza in pochissimo tempo si sia trasformata. La sensazione è proprio quella di essere dentro un’astronave perché stiamo navigando nella galassia del nuovo. Quando sono stato coinvolto – ha aggiunto – mi è stato proposto di cambiare tutto rispetto al progetto originario. Ho accettato con entusiasmo come ogni imprenditore dovrebbe fare perché un imprenditore deve avere un sogno da seguire, con la volontà di lasciare un segno.

Il nostro gruppo Quick Parking, che gestisce circa 50 parcheggi in Italia, qui a Cosenza ci ha messo il cuore e lo terremo sempre attivo per continuare a dare il nostro contributo». Commissionato dal Comune della città di Cosenza per creare un promo turistico della città a partire dal mito di Alarico (proprio quello che si studia anche nei libri di storia), per permettere ai
giovani di scoprire la storia della città in un ambiente virtuale e postmoderno. Un efficiente lavoro di squadra dove le bellezze del territorio sono valorizzate dall’esperto lavoro di regia di Gianfranco Confessore, che trasforma il museo multimediale in un’astronave pronta a partire con il suo comandante alla scoperta del tesoro di Alarico. Tra mito e realtà i ricercatori, attraversando un percorso di schermi come un vero film, scopriranno una serie di indizi che li condurranno al luogo dove è custodito il tesoro di inestimabile valore…la splendida città di Cosenza.

Il progetto filmico, unico nel suo genere nel Sud Italia, catapulta gli spettatori dentro lo schermo tra le immagini tridimensionali e gli attori di un’avventura virtuale, ma dai contenuti storico – archeologici reali, dove il passato e il futuro si incontrano nell’esperienza presente.  «L’idea nasce da un progetto che l’amministrazione comunale aveva in mente già quando ha fatto nascere piazza Bilotti, riservando uno spazio a questo museo multimediale nel Bilotti Parking – sottolinea il coordinatore gestionale del progetto Renato Nuzzolo – questa iniziativa si colloca nell’ambito di un progetto dell’amministrazione che da sette anni sta tentando di valorizzazione il territorio per fare di Cosenza una città turistica».
Protagonisti dell’avveniristico progetto sono  giovani attori cosentini, molti dei quali provenienti dalle Officine Teatrali del Liceo Classico Telesio reduci dal recente successo dell’Orestea. Nome in codice SIRA – Missione Alarico situata all’interno del Bilotti Parking, resterà aperta fino a maggio e il docufilm sarà proiettato a ciclo continuo, sui 24 schermi della struttura, dalle 9 alle 24 per accogliere visitatori navigando …alla scoperta del tesoro della storia.