L’ebbrezza creativa di Wine&Thecity torna a invadere Napoli

L’ebbrezza creativa di Wine&Thecity torna a invadere Napoli

Riparte anche quest’anno Wine&Thecity, la rassegna che mette in rete i luoghi della città in nome dell’ebbrezza creativa e di una nuova cultura del bere. L’undicesima edizione del format ruoterà attorno al tema del gioco, come si evince dall’immagine e dal claim che accompagnano la rassegna: la monotonia dello schema del Tetris viene spezzata dalla leggerezza dei palloncini, simbolo della creatività e dell’allegria.
Sono tante le novità che caratterizzeranno questa edizione della rassegna. A svelarle ci ha pensato l’ideatrice del format Donatella Bernabò Silorata durante la conferenza stampa presso il PAN, accompagnata da alcuni dei protagonisti degli eventi che invaderanno Napoli dal 3 al 25 maggio.
Si comincia il 3 maggio con la performance d’arte relazionale di Cesare Pietroiusti, che ruoterà attorno alla figura di Dioniso un Dio liquido e molteplice, al Museo Hermann Nitsch. Un’esperienza collettiva che si svolgerà secondo il metodo ideato da Iacopo Seri per cui ad ogni espressione di un concetto, si beve un sorso di vino.
Il 4 maggio, appuntamento in kayak al tramonto lungo la costa di Posillipo con Kayak Napoli.
Il Palazzo Reale di Napoli, invece, accoglierà il 10 maggio la serata di gala con lo chef stella Michelin Luciano Villani, vinili e sax, video installazioni e reading sull’ebbrezza.
L’11 maggio i riflettori di Wine&Thecity si spostano sul sociale con un evento a sostegno de La Casa dei Cristallini a cui collaboreranno il pizzaiolo Ciro Oliva di Concettina ai Tre Santi, Vincenzo Oste Ateleir e il Ronin Club di Karen Torre, la campionessa di karate che insegna arti marziali ai ragazzi e bambini dei Quartieri Spagnoli.
Il legame con il mare non si esaurisce nell’evento dedicato al kayak, ma continua il 12 maggio con una giornata di sport, vela e vino in collaborazione con la Lega Navale di Napoli.
Spazio, poi, all’appassionante urban game Il Segreto, scritto e diretto da Ciro Sabatino, che si terrà il 13 maggio. “Tutto inizia con un manoscritto trovato in una bottiglia…..otto ore di tempo per trovare indizi sparsi per la città e risolvere un incredibile mistero”. Realizzato con la collaborazione del Comune di Napoli, è il più grande city game mai fatto in città, un’esperienza immersiva che punta alla scoperta e valorizzazione di tanti luoghi poco noti di Napoli.
Nella suggestiva cornica d Palazzo San Teodoro il 14 maggio lo chef Gennaro Esposito, due stelle Michelin, sarà il protagonista di un inedito talk cooking show, in collaborazione con pasta De Cecco, main partner della rassegna.
Dal 15 al 19 maggio gli appuntamenti si concentrano nel quartiere Chiaia dove oltre cento indirizzi tra boutique, atelier di moda e design, show room, gioiellerie e ristoranti partecipano ad una staffetta di aperitivi itineranti proponendo eventi a tema, dj set, performance, allestimenti speciali, chef in vetrina e tanto altro. In tema con questa edizione è l’iniziativa Rebus in vetrina, il gioco itinerante ideato e curato da Raffaele Aragona: in 11 boutique di via San Pasquale, via Vittoria Colonna, via Poerio e via Carducci saranno sparsi rebus nelle vetrine. Ad aprire il percorso a Chiaia è il tradizionale appuntamento nell’atrio e nei cortili del Pan Palazzo delle Arti di Napoli in via dei Mille, martedì 15 maggio, realizzato in collaborazione con Assessorato Cultura e Turismo del Comune di Napoli e Blunauta, storica griffe partenopea che compie quest’anno 25 anni: fiori, suoni e colori.
Il 21 maggio sarà la volta di Uno chef al Museo: Palazzo Spinelli di Tarsia ospiterà la raffinata cucina di Francesco Sposito, due Stelle Michelin di Taverna Estia, tra i più apprezzati chef della scena italiana. Una cena stellata esclusiva per 50 ospiti servita tra opere d’arte, sculture e installazioni.
Il 22 maggio Wine&Thecity arriverà al centro storico, dove il cortile di Palazzo Marigliano ospiterà giochi, musica e reading a cura di Gianni Valentino.
Per poi concludere con il gran finale il 25 maggio al Madre · museo d’arte contemporanea Donnaregina di Napoli che per la prima volta apre le porte a Wine&Thecity. L’evento, realizzato in collaborazione con la Fondazione Donnaregina per le arti contemporanee, vedrà l’avvicendarsi di Dj Cerchietto in consolle con le video proiezioni On/Off the wall e l’esibizione di Bandarotta Bagnoli.
Tra le novità di questa edizione va segnalata anche la partnership importante con Kimbo e Berna, grazie alla quale si potrà anticipare il “circuito del bere” ed estenderlo al caffè e al latte sin dalle prime luci dell’alba nei bar e nelle caffetterie convenzionate.
Anche quest’anno La Wine&Thecity CARD diventa un prezioso passe-partout per partecipare gratuitamente ad alcuni aventi della rassegna, per accedere con prezzo ridotto ad altri eventi, per godere di sconti e agevolazioni in tanti esercizi “amici di Wine&Thecity” per tutto il 2018.
Wine&Thecity conta sul fondamentale supporto di sponsor e mecenati privati, con il patrocinio e la collaborazione del Comune di Napoli e della I Municipalità, in collaborazione con Fondazione Donnaregina per le arti contemporanee e Scabec S.p.a.
Quest’anno sostengono Wine&Thecity i main partner Aeroporto Internazionale di Napoli, Kimbo, Latte Berna, Pasta De Cecco e Sky;  i partner Arysta, Grimaldi Lines, Mazda – INAUTO, Molino Caputo.