Una Semplice Verità, il cortometraggio di Cinzia Mirabella

Una Semplice Verità, il cortometraggio di Cinzia Mirabella


Combattere contro i pregiudizi per raccontare una storia dove al primo posto si parla di libertà d’espressione. Ieri presso la Casina Pompeiana di Napoli è stato presentato il cortometraggio Una Semplice Verità, scritto e diretto dall’attrice Cinzia Mirabella e prodotto da RVM Entertainment di Gaetano Agliata.


«Ho voluto raccontare quanto sia difficile vivere in una società dominata dai pregiudizi dove non si ha la possibilità di esprimersi – spiega la regista Cinzia Mirabella -. Io e Giulia Montanarini siamo due compagne in lotta per affermare il proprio amore. Bisogna parlare della violenza sulle donne e dell’accettazione della propria omosessualità, invece questi temi nella nostra società sono ancora un tabù».


Il cortometraggio, la cui direzione casting è stata curata da Andrea Axel Nobile, ha il patrocinio morale di Arcigay Napoli. Il film mette in luce la  grave problematica dell’omofobia all’interno delle mura domestiche. La storia si svolge sull’isola di Ischia, dove un uomo (Pietro De Silva) è invitato a presentarsi al distretto di polizia per essere ascoltato come persona informata dei fatti, in seguito ad una denuncia da parte della figlia (Giulia Montanarini). Una donna, malmenata dal padre e dal fratello dopo aver rivelato la propria omosessualità.

Ad interrogarlo è un commissario donna (Cinzia Mirabella). Nel gioco delle rivelazioni, a sorpresa esplode una verità nascosta. Di fronte ad una società  piena di pregiudizi che preferisce continuare ad essere cieca e sorda, si consolida un amore puro tra due persone dello stesso sesso.

A moderare la presentazione Claudio Finelli responsabile cultura Arcigay ed il presidente di Arcigay Napoli Antonello Sannino. Tanti gli ospiti, Patrizio Rispo, Rosaria De Cicco, Francesca Rondinella, Dalila De Marco, Nicoletta d’Addio, Enzo Agliardi, Antonio Riccardo, Nicola Accella e Luciano Correale.