Il The Matcha, tutti i benefici del superfood Giapponese

La pianta di the di origine orientale offre numerosi benefici: è antiossidante, stimola il metabolismo ed è persino antibatterico. Gli antichi guerrieri giapponesi la utilizzavano anche come energizzante.

Di Valeria Sannino
Si fa presto a dire: beviamo una tazza di The. Verde, nero, aromatizzato, la bevanda più consumata al mondo è di solito associata ad un English breakfast. E invece una validissima variante viene dalle terre del Sol Levante: il The Matcha.
Non una bevanda qualunque. Un alimento dal sapore dolce al quale spetta di diritto la connotazione di “super food” (alimenti che hanno un contenuto di nutrienti superiori alla media). Si tratta di un the che ha radici molto lontane ed era usato persino dagli antichi guerrieri giapponesi per guadagnare forza e resistenza.
Il The Matcha , infatti, arriva dal profondo Sud del Giappone dove è coltivato. La sua diversità risiede nel fatto che si presenta in polvere e non in foglie. Le foglie di The Matcha, infatti, vengono coperte nei venti giorni precedenti alla raccolta, in modo che la pianta rilasci il massimo quantitativo di L-Teanina, il principio attivo del the. Solo una volta che la foglia viene pulita dalla venature, setacciata e macinata a pietra diventa Matcha.
Esistono due forme di The Matcha: una versione più leggera che si chiama Koicha e un’altra più densa che si chiama Usucha. Quest’ultima prevede l’utilizzo di una doppia quantità di Matcha e viene offerto durante le cerimonie giapponesi del the. Viene mescolato in una ciotola chawan con un arnese simile ad un frullino chasen che impedisce la formazione di grumi.
I benefici che questo tipo di the sono molteplici. È ricco di antiossidanti che aiutano la rigenerazione cellulare e proteggono la nostra pelle, ha effetti calmanti sul nostro organismo, migliora l’umore e la concentrazione, stimola la serotonina e la dopamina.
Bere una tazza di The Matcha o un Matcha latte (The matcha con l’aggiunta di latte) può essere un valido aiuto alla stimolazione del metabolismo, senza contare che è un potente antibiotico ed antibatterico ricco di potassio, vitamina A, E, ferro, proteine calcio.
Convinti? Ora non ci resta che affidarci alla tradizione giapponese. Alle ore 17 ovviamente!