Giornata Internazionale della Guida Turistica: visite gratuite in Campania il 21, 24 e 25 febbraio

giornata internazionale guida turistica

Riscoprire bellezze campane grazie ai sapienti racconti di guide turistiche abilitate. Torna per l’edizione 2018 la Giornata Internazionale della Guida Turistica istituita il 21 febbraio 1990 dalla World Federation of Tour Guide Associations, e promossa in Italia dall’ ANGT, Associazione Nazionale Guide Turistiche e, in Campania, dall’Associazione Guide Turistiche Campania. Celebrata in tutto il mondo, quest’anno si festeggia il 21, 24 e 25 febbraio e in Campania prevede 33 visite guidate gratuite realizzate in 29 itinerari.

I percorsi proposti sono vari. A Napoli si può scoprire la Sinagoga e la sua storia, o mostre cittadine molto apprezzate come “De Nittis a Gemito. I napoletani a Parigi negli anni dell’Impressionismo” a palazzo Zevallos Stigliano o “L’Esercito di terracotta e il primo Imperatore della Cina”, nella Basilica dello Spirito Santo.

Saranno protagonisti delle visite anche il Museo della ceramica Duca di Martina, la Basilica di S. Pietro ad Aram, la Basilica di S. Maria della Sanità, il Cimitero delle Fontanelle, la Cappella Sansevero.  Sono previsti diversi itinerari in città come Chi l’ha detto che il mare non bagna Napoli? che prevede un singolare percorso tra piazza Municipio e piazza San Domenico.

Si rivolge alla comunità russa-ucraina la visita in lingua A Spasso per Spaccanapoli, un viaggio nel centro storico condotto da una guida turistica madrelingua. Scopre il borgo di Salita Due Porte all’Arenella eMaterdei la visita omonima, in una camminata che arriva fino a santa Teresa degli Scalzi, passando per la visione dei murales di Bosoletti.

Immancabili alcuni percorsi archeologici come quello alla riscoperta di Cuma, e, dall’altra parte del golfo, della ricca villa San Marco dell’antica Stabiae. Negli scavi di Ercolano il tour è per bambini, appassionati e adulti curiosi con Che fatiche, Ercole!.

A “più mani”, invece, le visite Napoli on spot, in cui 9 guide, staffetta, si passano il gruppo a tappe. Due i percorsi: l’itinerario azzurro va da piazza Bellini alla visita del Pio Monte della Misericordial’Itinerario rossoparte da Porta S. Gennaro, passa per la chiesa di San Giorgio Maggiore, fino a giungere al museo civico Gaetano Filangieri con la sua collezione di opere. Le guide, per farsi riconoscere, avranno una bandiera azzurra, per il primo percorso, e rossa per il secondo. Una visita a staffetta è prevista pure a Bacoli con Terra Phlegra tra miti e leggende, con storie del mondo antico ‘preservato’ nel Castello aragonese di Baia.

Salerno si viene accompagnati alla scoperta della bellezza della chiesa del S.S. Crocifisso. In Cilento viene raccontato l’antico mondo di Paestum tra templi, parco archeologico e reperti del museo. Di particolare interesse la speciale visita della villa romana di Sava a Baronissi, la cui storia è nota a pochi.

Caserta i tour si sono concentrati tra Caserta Vecchia, Carinola, Piedimonte di Casolla e Aversa di cui si va alla riscoperta dei bellissimi centri storici. A Mondragone invece si verrà accompagnati nel parco archeologico dell’Appia antica con la visita La Strada e il Vino.

Novità di questa edizione è la collaborazione dell’associazione Guide Turistiche Campania con laFederazione Motociclistica Italiana – Comitato Regionale Campania. Il 25 febbraio sono previsti tour in motocicletta alla scoperta delle bellezze campane con visite guidate, realizzate dalla guide abilitate. A Napolisi visiterà la mostra sui Longobardi al MANN, il centro storico e monumentale per poi proseguire per Pozzuolialla riscoperta dell’Anfiteatro Flavio e del mitico lago d’Averno in un giro panoramico.

Salerno si va dalla visita nel Castello Arechi II, che trionfa sulla città, ai Giardini della Minerva. L’altro percorso ha come protagonista Nola, dove si parte dal Parco Archeologico Preistorico per passare all’Anfiteatro, al centro storico, al Duomo e terminare alle pendici della collina di Cicala.

La Feder Moto ha organizzato anche un concorso fotografico. Al termine di ogni visita, infatti, verranno realizzate delle foto di gruppo che verranno pubblicate poi sulla pagina FB Federazione Motociclistica Italiana. Quelle con il maggior numero di Like riceveranno dei premi messi a disposizione dal Comitato Regionale Campania della FMI.

Le visite guidate sono tutte gratuite ma il biglietto d’ingresso dei luoghi d’arte dov’è previsto è a carico dei partecipanti.

Vogliamo festeggiare la Giornata Internazionale della Guida Turistica nonostante i problemi che la categoria sta attraversando – afferma Pietro Melziade, presidente dell’Associazione Guide Turistiche Campania – per ribadire la complessità e la bellezza di una professione che richiede grandi competenze, che vanno sempre alimentate, e tanta passione per coinvolgere le persone in un percorso di riscoperta della bellezza della Regione.

Dal 2013 con l’articolo 3 della legge 97 – spiega Melziade – l’abilitazione alla professione è stata estesa a livello nazionale, anche se questo è solo un mero principio non attuabile in Italia per la complessità del patrimonio culturale. Di fatto ci troviamo in una situazione di confusione e di incertezza, conseguente al caos legislativo generato dall’assenza, ad oggi, di una definizione chiara per l’accesso alla professione. Il nostro auspicio, quindi, è che si possa arrivare a una legge quadro che regolamenti e tuteli la nostra categoria, che conta oltre 30mila guide, così come gli utenti dei nostri servizi e i monumenti italiani”.

Il programma completo degli eventi e tutti i particolari per partecipare si possono trovare sul sito internethttp://www.guideturistichecampane.it/giornata-internazionale-della-guida-turistica e sulla pagina FacebookGiornata della Guida Turistica in Campania

https://www.facebook.com/Giornata-della-Guida-Turistica-in-Campania-1443451972538515/?fref=ts 

La manifestazione ha avuto il patrocinio morale della Regione Campania e del Comune di Napoli, e il sostegno del Museo Archeologico Nazionale di Napoli e della Federazione Motociclistica Italiana.