Torna l’asta di beneficenza per l’infanzia promossa dal Cardinale Crescenzio Sepe

sepe

«Qui a Napoli c’è un’umanità sana che si prodiga per un’altra meno fortunata. E questo moto dell’anima si ripete ormai da anni in occasione del Santo Natale. Quest’asta di beneficenza ha scritto la storia della solidarietà a Napoli, una storia che si alimenta della generosità di tutti i cittadini, dalle istituzioni ai singoli, e che rende bella l’anima di chi cerca di migliorare la vita degli altri».

Con queste parole l’Arcivescovo metropolita di Napoli Crescenzio Sepe ha rinnovato l’invito a partecipare all’annuale serata di beneficenza per l’infanzia che si terrà venerdì 15 dicembre alle ore 19 nell’Auditorium Rai di Napoli.

Il ricavato della serata sarà destinato all’acquisto di incubatrici ed ecografi per il reparto pediatrico dell’Ospedale San Paolo, per la cardiologia pediatrica dell’Ospedale Monaldi e per l’Ospedale Santobono – Pausilipon. Tra i progetti di quest’anno c’è la realizzazione di uno spazio per bambini autistici promosso dall’Azienda Ospedaliera Universitaria Federico II.

Dal bambino che porta il suo peluche alla sposa che dona il suo vestito, passando per la squadra del Napoli che regala maglie e palloni firmati. Fino ad arrivare alle più alte cariche istituzionali politiche e religiose che hanno voluto lasciare traccia della loro generosità: il sombrero di Papa Francesco e un’originale scacchiera del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella sono alcuni dei don che saranno battuti all’asta.

Parte attiva di questa manifestazione che si ripete da anni è il Centro di Produzione TV di Napoli, rappresentata dal responsabile Francesco Pinto, che ha sottolineato come la concretezza prevalga sull’emotività e come questa comunione di intenti tra soggetti diversi si ripeta ogni anno in un rapporto simbiotico con la realtà circostante. «Diamo valore al nostro essere servizio pubblico – ha sottolineato Pinto – e lo facciamo considerando il centro Rai come una specie di ‘fabbrica’ in cui si crea lavoro, cultura e in cui nascono sogni e speranze. Come la speranza di ascoltrare la voce dei bambini che sono il sale della terra e di riservare loro un futuro di sorrisi».

Generosità fa rima con comicità. E lo sa bene Nando Mormone, produtore di Made in Sud, che ha ribadito la necessià di allargare l’impegno dei comici partenopei ai bisogni della comunità.

Proprio gli artisti del popolare programma comico saranno i protagonisti della serata, insieme alla cantante e attrice Anna Capasso e al cantante Andrea Sannino. Nelle vesti di conduttrice ci sarà Veronica Maya, accompagnata da Peppe Iodice.